Noleggio Auto Foggia

Noleggio Auto Foggia: speciale Foggia

Foggia è il capoluogo di regione della Puglia e conta 151371 abitanti.

Della sua esistenza si ha testimonianza fin dal Neolitico: era un piccolo villaggio paludoso dove l’attività principale era l’agricoltura e che andò via via sviluppandosi dopo la conquista normanna.

Nel 1447 gli Aragonesi, sfruttando la collocazione di Foggia imposero il pagamento di una tassa ai pastori che pascolavano il loro gregge del territorio: se questo da un lato impoveriva i lavoratori, dall’altro arricchiva il governo. Non visse un periodo felice tra ‘500 e ‘700 a causa di terremoti, rivolte e pestilenze che decimarono la popolazione, ma al momento dello sviluppo dei trasporti e dell’abolizione della Dogana sulla pastorizia rifiorì nuovamente.

Durante la Seconda guerra mondiale la città fu nel mirino dei bombardamenti dell'aviazione alleata, che rasero al suolo buona parte delle abitazioni della città, anche per distruggere una fabbrica segreta di gas velenoso. La causa potrebbe derivare dalla posizione strategica della Stazione di Foggia nella geografia della Penisola, poiché era ed è ancora considerata il secondo snodo ferroviario italiano. Dopo l'occupazione anglo-americana, il 1º ottobre, Foggia divenne il caposaldo dell'offensiva alleata nell'Adriatico e nei Balcani. La città è stata poi ricostruita sulle rovine del centro antico e della struttura urbana ottocentesca, secondo i dettami di uno stile post fascista. In seguito alle bonifiche nel Tavoliere la città ha visto accrescere la sua importanza economica e il suo sviluppo urbanistico e demografico.

Servizio di autonoleggio a Foggia

Foggia è un centro industriale, universitario e religioso molto frequentato, dunque è necessario scegliere bene come muoversi al suo interno.

TravelCar nasce con l’intento di venire in aiuto dei viaggiatori che hanno bisogno di un posto in cui lasciare la propria auto e di quelli che ne vogliono noleggiare una.

Si tratta di un nuovo servizio di parcheggio e car-sharing conveniente a livello economico e facilmente accessibile per gli utenti e con un servizio clienti attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, così da sapere sempre a chi rivolgersi in caso di emergenza.

Il viaggio con TravelCar inizia con l’iscrizione alla piattaforma tramite sito web o app in qualità di noleggiatore o affittuario. Il noleggiatore avrà la possibilità di lasciare il proprio veicolo custodito in apposite strutture di parcheggio a prezzi inferiori rispetto alla media, o addirittura gratis se accetta di metterlo a disposizione di qualcuno che voglia noleggiarlo. Da questo noleggio inoltre potrà ricavare del denaro che verrà consegnato al momento in cui il cliente tornerà in possesso del mezzo.

Gli affittuari, che dovranno possedere patente di guida, carta di credito, e non aver commesso gravi violazioni del codice della strada, devono selezionare il periodo di interesse, il veicolo che più gli farà comodo e anche il tipo di assicurazione da acquistare per proteggerlo, piani che includono furto, incendi, o incidenti con altre persone coinvolte, tutto questo offerto a un prezzo più basso rispetto a quelli proposti dagli autonoleggi tradizionali.

Alla data di noleggio stabilità basterà recarsi al punto di ritiro apposito, che è possibile scegliere in anticipo, o attendere un incaricato TravelCar che si occuperà di ispezionare il mezzo, operazione ripetuta anche al momento della consegna, a dimostrazione di quanto TravelCar si impegni a garantire un servizio sicuro.

Nel caso in cui il cliente debba cancellare la prenotazione, esso ha diritto a un rimborso totale se disdice entro 72 ore dalla data di noleggio stabilita, altrimenti gli sarà ritornato solamente metà dell’importo; se tuttavia deciderà di pagare un piccolo sovrapprezzo all’inizio della prenotazione, il cliente potrà ottenere il rimborso completo a prescindere dal momento in cui disdice.

È pure prevista la possibilità di prolungare la durata del noleggio contattando TravelCar in anticipo in modo da controllare che il mezzo sia ancora a disposizione per l’ulteriore periodo richiesto, e nel caso in cui non lo sia di noleggiarne un altro, ricordando che il periodo di noleggio non può superare i 30 giorni.

Diversi tipi di veicoli disponibili a Foggia

La migliore auto da prendere a noleggio quando si è in vacanza si sceglie in base a molti criteri, tra cui quanti passeggeri devono viaggiare, il tipo di destinazione da raggiungere, e anche il proprio gusto estetico.

Per le città caotiche e trafficate per spostarsi più velocemente da un punto all’altro sono consigliate le minicar o citycar, facili anche da parcheggiare viste le loro dimensioni, se si è da soli o in coppia, mentre quando ci sono più di tre passeggeri occorre un veicolo che sia almeno di medie dimensioni.

Ci sono anche tante altre auto più grandi spaziose, accessoriate, comode per i viaggi più lunghi o per quelli che viaggiano in gruppo: minivan, monovolume e SUV sono alcuni dei modelli della categoria.

Guidare a Foggia

Perla antica del sud Italia, Foggia con le sue attrazioni non smette mai di attirare la curiosità dei turisti e dei viaggiatori che si trovano di passaggio.

Cattedrale di Foggia: Struttura religiosa più importante di Foggia, la cattedrale fu inizialmente edificata nel 1080 per volere di Roberto il Guiscarso, come dimora di Iconavetere, la Madonna vestita di Sette veli ritrovata nel luogo dove ora sorge Piazza del Lago. Fu poi eretta una chiesa più grande nel 1172 che subì numerose trasformazioni che gli conferirono connotati legati allo stile barocco e rococò. Nella facciata troviamo 5 archi nella parte inferiore e i resti di un antico rosone nella parte superiore. All’interno vi è la classica divisione in tre navate, coperte da volte a crociera gotiche, dove sono custodite l’urna del Cristo morto e altre statue della Passione; a sinistra del presbiterio c’è la cappella dove è tenuta Iconavetere; troviamo poi lapidi, altari, uno stallo su cui poggia lo stemma di Foggia, e il suggestivo crocifisso dove Gesù viene rappresentato in tutta la sua sofferenza, testimoniata dalle piaghe e dalle ferie impresse nel suo corpo.

Santuario Madre di Dio Incoronata: un altro straordinario luogo dedicato al culto cristiano, che nacque, secondo la leggenda, dopo l’apparizione della Vergine Maria poggiata sui rami di una quercia. In un primo momento costruita come una piccola cappella, nel 1139 divenne una chiesa di dimensioni maggiori, e nel 1978 basilica minore. Del complesso fanno parte l’ala riservata ai Pari, il campanile, il museo, il teatro, la casa del Pellegrino e la chiesa vera e propria. Se dall’esterno quest’ultima si caratterizza per la semplicità dei materiali e delle forme, non mancano di certo all’interno a croce greca degli elementi preziosi, tra cui la statua lignea della Madonna Nera. La devozione ad essa è alla storia della sua apparizione è segnalata dalla “festa dell'apparizione" dell'ultimo sabato di aprile, preceduta dalla "cavalcata degli angeli" il venerdì e dalla "vestizione" e dall' "incoronazione" della statua il mercoledì precedente.

Museo Civico: situata nel centro storico della città, contiene un numero interessante di reperti archeologici. Attualmente collocato a Palazzo Nigri, fu istituito nel 1931 nel Palazzo San Gaetano, poi spostato a Palazzo Arpi, e fu vittima dei bombardamenti anglo-americani nel 1939 perdendo molte delle sue opere. Il museo è formato da tre sezioni più il Lapidarium e la Pinacoteca. La sezione Archeologica si fa notare soprattutto per la sua collezioni di reperti della storia della civiltà dauna, quella etnografica conserva gioielli, dipinti, ceramiche, oggetti sacri e vestiari femminili, mentre in quella delle stampe si trova una collezioni di incisioni.

La Pinacoteca e il Lapidarium contengono rispettivamente collezioni di dipinti e disegni e opere marmoree e in pietra.

Teatro Umberto Giordano: tra i teatri più antichi di Foggia e della Puglia, fu costruito nel 1824 e inaugurato 3 anni dopo col nome “Real Teatro Ferdinando”, mantenuto fino a dopo l’Unità d’Italia, quando diventò “Teatro Dauno”. In declino per molti anni, si riprese solo nel 1922 grazie al compositore Umberto Giordano da cui prese il nome. Dopo un secondo periodo di decadenza e inutilizzo e un’altra restaurazione il teatro riapre nel 2014. La struttura presenta tre file palchi, poltrona e loggione che possono ospitare circa 300 persone durante le stagioni teatrali in cui si svolgono spettacoli di lirica, di prosa, concerti e balli.

Piazza Giordano: questo spiazzale cittadino fu inaugurato già nel 1870. Fu inizialmente intitolato a Vincenzo Lanza, ma quando egli non volle prestare giuramento al re, la sua statua fu rimossa e sostituita da un monumento ai caduti. Alla morte di Giordano, in suo onore gli fu dedicata la piazza, e il monumento ai caduti fu sostituito dalla statua del compositore e dalle allegorie delle sue opere: Andrea Chènier, Fedora, Il Re, Marcella, La cena delle beffe, Siberia, Mese Mariano.

Parco Urbano Karol Wojtila: si tratta dei giardini comunali di Foggia, di recente intitolati a Papa Giovanni Paolo II. Si trovano nel centro città, e sono stati realizzati a partire dal 1820: hanno un’estensione di circa 5 ettari pianeggianti, più il boschetto, e sono caratterizzati da una folta vegetazione locale accompagnata da numerosi elementi decorativi come statue e fontane. Con la Seconda Guerra mondiale parte della flora scomparì, ma dopo lavori di ricostruzione del luogo si riuscì a compensare le perdite e a piantare nuovi esemplari di erbe particolari che coesistono con vari alberi e palme.

Muoversi nei dintorni di Foggia.

Se rimane tempo libero da spendere nei dintorni di Foggia, esistono molti comuni che valgono la pena di allargare il proprio itinerario.

Gargano: subregione in provincia di Foggia, è un territorio costiero che conta diversi comuni. Il paesaggio che esso offre è unico e molto variegato: zone marine, con splendide spiagge e acque cristalline si alternano a vaste distese naturali. Gli amanti del mare hanno solo l’imbarazzo della scelta, tra le “bandiere blu” di Vieste e Peschici e delle Isole Tremiti, uno dei comuni meno popolosi ma di certo tra i più ricercati da i turisti. Ma tra le bellezze naturali del Gargano non esistono solo le spiagge, ma anche le grotte naturali di origine carsica, come Grotta di Pian della Macina a San Nicandro e Voragine di Campolato a San Giovanni Rotondo. Quest’ultimo luogo richiama fedeli da tutto il mondo per il Santuario di Padre Pio da Petralcina dove vengono conservate le reliquie del santo.

Monteleone di Puglia: situato sui monti del Subappennino Dauno, questo piccolo paese ha origini antiche, probabilmente di epoca tardo romana. Comprende parte del bosco di Selvamala, itinerario ideale per passeggiate ed escursioni circondati da i colori degli alberi e della natura. Tra i luoghi religiosi da visitare abbiamo la Chiesa Madre di San Giovanni Battista e quella di San Rocco; esistono poi altri due monumenti degni di nota, ovvero l’Obelisco di Piazza Municipio che celebra il breve periodo di indipendenza vissuto dal paese quando esso venne ceduto a Martino Maziale, un monumento ai Caduti e una croce in pietra riconosciuta come Santa Croce. Di Monteleone si conoscono alcune sagre cittadine, come la “Festa Patronale di San Rocco”, la “Pasquella”, durante la quale il sabato prima di pasqua si va per le case a cantare la “Pasquella” e ad offrire del cibo, e la sagra del caciocavallo, dei cicatelli e del sedano dedicata ad alcune ricette gastronomiche tipiche, che si svolge ad agosto.

Chieuti e Marina di Chieuti: piccolo comune della provincia di Foggia, è stato molto influenzato dagli albanesi che si stabilirono in Puglia dando origine ai primi nuclei di cultura arbëreshë. Attorno a Chieuti si trovano i resti dell’Abbazia di Sant’Agata, che nel ‘600 fu un importante centro religioso che teneva il controllo delle terre circostanti, mentre più vicine al centro storico sono la Torre antica e la Chiesa patronale di San Giorgio. A Chieuti si tiene annualmente il Palio di San Giorgio dal 21 al 23 Aprile, che consiste nella corsa dei carri carichi di alloro trainati da quattro coppie di buoi e nella processione della statua di San Giorgio. A circa 8 chilometri troviamo inoltre la sua zona litorale, Marina di Chieuti, completamente dedita alle attività balneari fornendo ai turisti ogni servizio per rendere il più comodo e rilassante possibile il loro soggiorno in spiaggia: essendo poi le acque di questa frazione poco profonde e sorvegliate dalla presenza di bagnini, sono un luogo adatto e sicuro anche per le famiglie con bambini.

Guidare in Italia

Nella seguente tabella sono illustrati i limiti di velocità da rispettare a seconda delle strade che si percorrono.

Strade urbane

50 km/h

Strade extra-urbane secondarie

90 km/h

Strade extra-urbane principali

110 km/h

Autostrade

130 km/h

Per i cittadini italiani alla guida di una comune autovettura serve una patente di tipo B che viene rilasciata dopo aver superato l’esame pratico e quello teorico che comprovino la conoscenza dei segnali e delle regole del codice stradale e la capacità di guidare un veicolo.

Per gli stranieri in visita nella penisola, è possibile usare la propria patente senza ulteriori permessi se essa è stata rilasciata all’interno della comunità europea, mentre in caso contrario si potrà guidare per un massimo di un anno e poi la si dovrà convertire.

Testimonianze

Iscriviti alla nostra newsletter e approfitta di tutti i nostri buoni affari:

L'iscrizione alla newsletter è stata presa in considerazione: 👍 Si è verificato un errore quando ti sei registrato alla newsletter, riprova più tardi 😕